Toiano, un paese fantasma

Piccolo e sperduto paesino in provincia di Pisa, Toiano è un borgo nel comune di Palaia ed ha origini davvero molto antiche, poiché risale all’alto medioevo. Non si tratta della solita meta turistica, anche perchè qui regnano desolazione e degrado, tanto da esser stato incluso nella lista dei luoghi del cuore da salvare del FAI. Ma il mistero, il misticismo, la quiete rendono questo posto incantevole e fanno rivivere emozioni ormai dimenticate.

Secoli e secoli di storia sono custoditi tra le mura del piccolo paese, la cui struttura è quella di un castello a cui è possibile accedere tramite ponte, che con molta probabilità un tempo era levatoio.

Tante le vicessitudini e le dominazioni  a cui Toiano è stata sottoposta: inizialmente quella lucchese, successivamente quella pisana, per poi passare sotto l’egemonia fiorentina, durante la quale fu distrutto nel 1364. Il paese fu interamente ricostruito quando passà nuovamente nelle mani dei pisani, che lo ribattezzarono Toiano Nuovo, ma nel 1406 Firenze lo distrusse nuovamente. E’ stato poi durante gli anni Sessanta, che Toiano rimase desolata, quando la popolazione di cinquecento persone si spostò in massa nei grandi centri urbani.

Toiano è oggi abitato da un solo abitante, un sommozatore toscano che ha deciso d fare l’eremita. Si tratta di un piccolo paese fantasma immerso nella natura selvaggia, tra vigneti e alberi di frutto. Una unica strada, lunga appena 50 metri, attraversa il centro del paese, animato da pochissime case e dai resti di antichi palazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *