Otranto, porta tra Oriente e Occidente

Otranto è un comune della costa orientale della penisola salentina, situato in una posizione particolare che le ha permesso di diventare un luogo d’incontro tra culture molto diverse tra loro, porta tra Oriente e Occidente.

I primi insediamenti umani risalgono addirittura all’età preistorica, ne sono testimonianza le straordinarie pitture murali della Grotta dei Cervi che riportano episodi di caccia.

Durante il periodo romano Otranto si afferma come uno dei principali centri commerciale del Mediterraneo, ma è nel Medioevo che la città raggiunge il suo apice.

A questo periodo si devono la costruzione di monumenti di grande valore come la Cattedrale edificata intorno al 1088 d.C.. L’edificio ecclesiastico ha subito diverse modifiche nel corso del tempo arricchendola di elementi artistici di straordinario pregio.

Da non perdere sicuramente è lo splendido pavimento musivo che si estende su quasi tutta la superficie interna della chiesa.

Il pavimento è realizzato da migliaia di tessere policrome ed è caratterizzato da un’incredibile varietà di raffigurazioni simboliche.

La posizione di Otranto non ha comportato solo vantaggi, ma ha determinato soprattutto nel Medioevo continui conflitti con le popolazioni turche.
Uno degli episodi più violenti avvenne nel 1480 quando un’incursione turca causò ingenti perdite tra la popolazione e la distruzione di uno dei luoghi culturali più importanti dell’epoca, la biblioteca del Monastero di San Nicola di Casole.

Perché non si verificassero più situazioni del genere la città venne dotata di un bastione difensivo, con torri costiere e l’imponente Castello aragonese.
Otranto è una delle mete più gettonate di tutto il Salento attratti dal patrimonio storico e culturale, ma soprattutto dalle bellezze naturali che offre.
Alte scogliere e stupende insenature creano scorci da lasciare senza fiato.

Lungo la costa si alternano le Torri medievali ancora in buono stato, come la Torre della Serpe o la Torre dell’Idro.

Per chi ama il mare consigliamo la splendida spiaggia di San Giorgio e la spiaggia di Porto Craulo, la spiaggia degli Alimini e la spiaggia di Torre dell’Orso.
Una vacanza ad Otranto non può non prevedere la degustazione di piatti tipici locali che devono molto ai prodotti della terra e del mare, tra i quali vogliamo consigliare la taiedda un piatto realizzato con riso, patate e cozze, o i tagliolini di semola e carciofi.

Otranto durante tutto l’anno è protagonista di eventi internazionali, come l’Otranto jazz festival, Le Giornate medievali di Otranto, la rassegna musicale la Ghironda, o ancora Otranto Film Fund Festival.

Lascia un commento