Macerata arte e natura, un territorio che non finisce mai di meravigliare

Siamo nelle Marche in un territorio difficile da catalogare, mare, monti, laghi, colline? Macerata è tutto questo, Macerata racchiude armoniose diversità paesaggistiche che l’uomo è riuscito a non intaccare. Il luogo perfetto per chi da una vacanza vuole proprio tutto. La costa di Macerata, pianeggiante, copre i comuni di Civitanova, Potenza Picena e Porto recanati. La spiaggia, un alternarsi di sabbia e ghiaia, viene qua e la interrotta dai porti. Aree libere ed aree attrezzate per soddisfare proprio tutte le esigenze.

Macerata

E poi le colline nelle quali come tesori si trovano alcuni borghi antichi. Le colline dall’alto appaiono come perfetti disegni geometrici nei quali i colori si alternano armoniosamente. Il capolavoro che si vede è la coltivazione che l’uomo, da secoli, fa attraverso le stagioni. Chi sceglie di trascorrere qui le sue vacanze potrà scegliere tra delle vere e proprie oasi come i Apiro, Frontale, Matelica, Braccano, Recanati nota a amata per essere protagonista dell’Infinito.

E poi le vette. Quelle dei Monti Sibillini regalano dei panorami che restano nel cuore, da lì si vedono le valli (Val di Panico, Valle dei Grilli, Valle Scurosa gli altopiani, i prati, le tante gole che i torrenti hanno creato come la Gola del Fiastrone e le Gole di Pioraco.

Macerata Chiesa di San Giovanni
E poi i laghi che popolano tutto il territorio dalla costa alla montagna, alla collina. Il visitatore potrà scegliere tra il Lago di Castreccioni vicino a Cingoli, nel quale è possibile cimentarsi in sport acquatici, le Sorgenti del fiume Esino, le Gole del Fiastrone, le Sorgenti del Potenza.

Da non perdere la visita al Parco Nazionale dei Monti Sibillini che si estende per circa 70 mila ettari e alla riserva naturale Montagna di Torricchio, tutelata dal WWF. che presenta un paesaggio particolarmente ricco di fiori e fauna.

Macerata Santuario della Madonna della Misericordia

Ma Macerata non è solo territorio è anche storia. La sua provincia racconta ben tremila anni di storia attraverso testimonianze artistiche, luoghi e persone che hanno fatto la storia. Il patrimonio monumentale della città spazia dall’ architettura religiosa con le sue chiese, abbazie e santuari a quella civile fatta di monumenti e palazzi, a quella militare con i suoi meravigliosi castelli e mura.

Macerata Piazza della Liberta

Come arrivare a Macerata?

Per chi arriva in auto dal versante adriatico
Autostrada A14, uscita Macerata-Civitanova Marche
Proseguire per via Luigi Einaudi, superare il cartello Civitanova Marche sud/Strada Statale Adriatica (SS16): svincolo Civitanova Marche Ovest e seguire il cartello Macerata/Tolentino/Foligno per la superstrada SS77. Percorrerla per circa 18 km e uscire allo svincolo Macerata Sud/Corridonia.
Per chi arriva in auto dal versante tirrenico Autostrada A1; per chi proviene da Firenze: uscita Val di Chiana, direzione Perugia, Foligno, Colfiorito;
Per chi arriva in auto da Roma
Uscita Orte, direzione Terni, Foligno, Colfiorito. Percorrere la SS77 direzione Tolentino/Civitanova Marche: uscita svincolo Macerata Ovest/Sforzacosta. Proseguire per la SP77/Strada Provinciale della Val Di Chienti, seguendo le indicazioni per Macerata e poi per Macerata Centro.

Per chi sceglie l’aereo
Aeroporto di Falconara Marittima (AN), “Raffaello Sanzio” da qui:
In auto: Autostrada A14 (Ancona nord) direzione Pescara, uscita Macerata – Civitanova Marche, poi prendere la SS 77 direzione Macerata (vedi sopra);
In treno: alla stazione di Castelferretti prendere il treno per Ancona, quindi per Civitanova Marche e infine prendere la coincidenza per Macerata;
In pullman linea J Conerobus tratto Falconara-Ancona, da Ancona a Macerata autolinee

Per chi sceglie il treno Stazione ferroviaria di Macerata Trenitalia

Da nord e da sud: treno nazionale FS per Civitanova Marche. Proseguire per Macerata con treno FS su tratta ferroviaria locale o autobus Trenitalia.
Da ovest: treno nazionale FS per Fabriano. Proseguire per Macerata con treno FS su tratta ferroviaria locale o autobus Trenitalia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *