Lipari: un viaggio nelle Eolie

Lipari è una delle isole dell’arcipelago delle Eolie, che si trova in Sicilia. Si trova in provincia di Messina e in passato era nota come Lipara, nome proveniente dal greco antico e che significa ricco, fertile, grasso. Tra le isole Eolie Lipari è la più grande ed è anche ricca di bellezze imperdibili, sia dal punto di vista paesaggistico che da quello monumentale. Qui è tutto da scoprire e tutto riporta al mare e alla sua tradizione. Anche l’architettura è quella di una località che vive sul mare e del mare. Un esempio che possiamo portare per farvi capire quello che diciamo è la Chiesa della Madonna della Catena, che si trova nella frazione di Quattropani. Già guardando la chiesa di cui parliamo, si nota che si tratta di una costruzione semplice e lineare, che fa quasi venire spontaneo stare in silenzio e pregare. Tuttavia, nella sua semplicità, questa chiesa è un vero e proprio tesoro sia per gli isolani che per chi la conosce. Innanzitutto, è particolare la sua posizione, dato che si trova nella zona più alta della città, quasi a volerla proteggere. Da qui si può godere di una meravigliosa vista che fa vedere Lipari in tutta la sua bellezza: si scorgono il mare e il cielo blu e tutto diventa così romantico che si perde quasi la cognizione del tempo che passa. Altro monumento di importanza rilevante è il Chiostro Normanno, antico e bello come pochi. Questo fu costruito per volere di re Ruggero II. Il chiostro è stato restaurato alla fine degli anni ’70 ed è di immenso valore per i suoi capitelli di epoca romana raffiguranti animali. Imperdibile è anche la chiesa di San Giuseppe, chiesetta del ‘600 a picco sul mare. La sua particolarità è l’essere stata costruita su una cripta con le reliquie di San Bartolomeo, santo patrono dell’isola. Ma non finisce qui, perché si tratta di una chiesa che affaccia su una spiaggia: unica nel suo genere. E che dire della meravigliosa Cattedrale di San Bartolomeo, risalente al XVI secolo e impreziosita dal lavoro di alcuni tra i maestri dell’epoca? Come si vede, l’isola è piccola, ma raccoglie al suo interno tante testimonianze di tempi passati, tutti da riscoprire.

Per quel che concerne, invece, l’architettura non religiosa, consigliamo una passeggiata al porto di Lipari: qui si trova il Municipio ai cui piedi sorgono le baie di Marina Corta e Marina Lunga, dietro alle quali sorge tutto il centro urbano. Marina Corta è molto caratteristica, ha delle belle chiesette sul mare ed è la zona preferita dai turisti. Qui, infatti, sorgono non pochi locali e punti di ritrovo della movida isolana: qui si mangia bene, si beve bene e si fa l’alba. Le strade di Marina Corta sono molto tipiche, composte da vicoli e vicoletti, casette molto caratteristiche e tutto quello che interessa il turista.

LipariFoto CC-BY di Clemenfranz

Per arrivare, poi, a Marina Grande, che si trova dall’altro lato, si deve attraversare il corso di Lipari, pieno di negozi e botteghe di prodotti tipici dell’isola. Trattasi di una zona molto attiva e viva ad ogni ora del giorno e della notte. A 4 km da qui si trova, invece, il punto più romantico di Lipari. Stiamo parlando del Belvedere di Quattrocchi che rende possibile godere di una delle viste più belle in assoluto. Da qui si vedono i Faraglioni di Pietralunga e Pietra Menalda, l’isola di Vulcano e le scogliere alte e rocciose. Ma per chi arriva qui sono imperdibili anche le spiagge. Parliamo da Punta Crepazza, che si trova nella parte sud dell’isola. Si tratta di un vero e proprio paradiso, che si può raggiungere solo grazie all’ausilio di una barca. Qui c’è un’immensa spiaggia sabbiosa, mentre nelle acque si può fare snorkeling. Anche la Spiaggia di Canneto, che si trova, invece, nella zona nord dell’isola, è imperdibile. Qui si trova una spiaggia per lo più ghiaiosa e ciottolosa, ma anche qui le immersioni sono un vero e proprio must. Consigliamo anche la spiaggia Papesca, nei pressi di cave di pomice e ossidiane. Qui un tempo arrivavano le navi che caricavano questi materiali per commercializzarli. Anche la spiaggia di Acquacalda è molto consigliata: natura selvaggia e un mare blu intenso sovrastato da una montagna di pomice. Questa è tra le spiagge più attrezzate dell’isola e, quindi, adatta ai turisti di tutte le età. Segnaliamo, infine, la spiaggia Bianca, famosa per il suo fondale marino bianco per la presenza della pomice e il mare molto caldo.

Lipari2Foto CC-BY di Clemenfranz

Le possibilità sono davvero tante e chi arriva a Lipari non ha che l’imbarazzo della scelta. Come detto, si tratta di una meta turistica per grandi e piccini, ma anche per chi ha tanta voglia di divertirsi. La vita notturna è molto attiva: si cena in uno dei ristorantini tipici del posto e poi si fa baldoria per tutta la notte. Molte spiagge attrezzate si tramutano in discoteche e qui ci si può divertire alla grande. L’estate, poi, non c’è solo questo. Essendo un’isola che durante l’estate risplende di una luce ancora maggiore, qui c’è un ricco calendario di eventi: dai concerti, piccoli o grandi che siano, agli spettacoli folkloristici che fanno conoscere il posto e le sue tradizioni. Ci sono anche sagre enogastronomiche, i festival teatrali e molto altro ancora. Tra divertimento, ottima cucina e tanto altro ancora i giorni estivi passano senza sosta. Quella sull’isola di Lipari è una delle vacanze più belle che si possano fare, perché si mescolano alla perfezione mare e spiagge da sogno, divertimento e ottima cucina. Sorseggiare un bel bicchiere di malvasia in riva al mare, godendosi un tramonto mozzafiato è una delle cose migliori che possano capitare. Se ci si organizza per tempo, inoltre, si troverà anche la soluzione alloggiativa più adatta alle proprie esigenze e, soprattutto, alle proprie tasche. Consigliamo di informarsi sugli eventi in previsione nel periodo dell’anno in cui si vuole raggiungere l’isola. Se proprio non si vuole preferire l’estate, allora consigliamo il periodo di Pasqua, quando sull’isola si fanno diverse rappresentazioni storiche di rievocazione della Passione di Cristo. Una chicca davvero imperdibile, per credenti e non.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *