Le spiagge del Nord Sardegna

Ormai lo si può affermare a gran voce che la Sardegna è entrata a pieno titolo nella lista delle regioni più belle del Bel Paese e questo grazie soprattutto alle bellezze paesaggistiche, ma anche al folklore e alle tradizioni che da sempre caratterizzano un luogo che per molti risulta essere una vera e propria isola felice. Sono ormai lontani i tempi in cui si pensava a un’isola isolata e arretrata: oggi la Sardegna è facilmente raggiungibile sia con i collegamenti navali, che sono stati implementati sempre di più, sia con i voli low cost, che hanno reso possibile lo sbarco sull’isola di turisti di tutte le età, dati i prezzi non proibitivi e abbastanza accessibili.

Ecco perché, negli ultimi decenni, la Sardegna è diventata una delle mete più esclusive del Bel Paese, tanto che in alcune zone si concentra un turismo di un certo livello, fatto di lusso, divertimento sfrenato e grandi yatch. Ma quali sono le spiagge più belle, quelle più amate da sardi e turisti? Per rispondere alla domanda in maniera completa, dobbiamo dire che l’isola è tutta bella, anche perché è molto eterogenea e i paesaggi che si trovano a nord sono diversi da quelli che si trovano nella parte meridionale e così via. Tuttavia, nell’ultimo periodo, c’è un’attenzione particolare verso il Nord Sardegna, dato che la zona di Cagliari è ormai molto famosa.

Per questo motivo, spostiamo la nostra attenzione sulle spiagge del Nord Sardegna, andando a capire quali sono le più belle e suggerendo dove andare per godere di veri e propri spettacoli della natura. Iniziamo con il dire che per Nord Sardegna si intendono le zone di Olbia, Sassari, Alghero e tutte le località ad esse vicine. La parte alta della Sardegna, per intenderci, è quella che ha come dirimpettaia la Corsica. Possiamo affermare, in linea di massima, che questa in particolare è una delle zone più incontaminate dell’isola e, pertanto, una delle più belle, soprattutto per chi sogna delle spiagge caraibiche, lontane dal rumore, con un mare cristallino.

Alghero Piazza SuiteFoto CC-BY di S141739

Una delle prime zone di cui vorremmo parlare è la Riviera del Corallo che si trova ad Alghero. Qui si trovano diverse spiagge tra cui spiaggia La Speranza, spiaggia del Lido, spiaggia Maria Pia, Cala dell’Argentiera, spiaggia Lampianu, spiaggia Rena Maiore.

Spiaggia Maria PiaFoto Pubblico Dominio

Quello che caratterizza questa zona sono le lunghe distese di sabbia bianca, che trasmettono relax e che sono quasi totalmente incontaminate. Sempre nel nord della Sardegna, troviamo anche Isola Asinara, che comprende diverse cale, tra cui Cala Isola dei Porri, Cala d’Arena, Cala S. Andrea e le spiagge La Pelosa, Portu Mannu, Saline, Ezzi Mannu. In questo caso, il paesaggio è un po’ più eterogeneo, dato che si passa da calette che si trovano tra rocce e scogli a spiagge chilometriche, tutte da scoprire. Ricordiamo, per tutti gli amanti della natura, che parte di quest’area è compresa nel Parco Nazionale dell’Asinara, una delle bellezze naturalistiche della regione.

Ma il Golfo dell’Asinara comprende anche dell’altro. Cosa? Delle spiagge bellissime come spiaggia Balai, spiaggia Platamona, spiaggia Marina di Sorso, spiaggia Lu Bagnu, spiaggia S. Pietro, spiaggia Li Iunchi e cala la Vignaccia. Anche qui si può ammirare un alternarsi di litorale sabbioso e roccioso che contribuisce a rendere la zona davvero singolare.

Nel tratto compreso, invece, tra Santa Maria di Gallura e Badesi, in provincia di Olbia Tempio, si annoverano le spiagge più apprezzate della zona nord dell’isola. Stiamo parlando delle spiagge della cosiddetta Costa Paradiso- Isola Rossa: qui si trovano meravigliose cale come Cala Serraina e Cala Faa e delle lunghe spiagge come spiaggia Rinaggiu, spiaggia Tinnari, spiaggia Li Cossi, spiaggia La Marinedda, spiaggia di Vignola, spiaggia Naracu Nieddu e molte altre ancora, di diversa grandezza, ma tutte eccezionali dal punto di vista paesaggistico. Si tratta di vere e proprie oasi naturali, che si mostrano all’uomo in tutta la loro bellezza e che sono ancora incontaminate e, si spera, lo rimangano a lungo. Nonostante si debba sempre faticare un po’ per trovarle, lo spettacolo che si offre agli occhi di chi guarda è unico ed emozionante.

Arrivando a Santa Teresa di Gallura, si trovano quelle che sono le spiagge più conosciute ai più. Stiamo parlando, ad esempio, di Cala Pischina, Cala Grande, Cala Spinosa, Cala Baecca, spiaggia Rena Maiori, Rena di Ponente, Rena Bianca e, ancora, spiaggia La Marmorata: sono solo alcune delle tante spiagge presenti, che si caratterizzano per la loro estrema bellezza, amplificata anche dal fatto che si trovano in questo angolo di paradiso quale è, appunto, Santa Teresa di Gallura, una meta che ormai tutti riconoscono come uno dei posti più belli di Sardegna e non solo.

Come detto, le spiagge del nord della Sardegna hanno nomi diversi, ma quello che le accomuna è la bellezza estrema, la natura incontaminata, il mare che è tra i più belli del mondo. Dinanzi a degli spettacoli del genere non ci si può non emozionare, specialmente se si ha intenzione di staccare la spina, per lo meno durante le ore di mare, e godersi sole, caldo e acque cristalline. Durante il resto della giornata, poi, questa parte nord dell’isola ha molto da offrire, ancor più della parte meridionale. La zona nord della Sardegna è quella che i turisti vengono a scoprire maggiormente e di cui tutti si innamorano follemente: se alla spiaggia e al mare si aggiugono il movimento, i ristoranti di un certo livello dove gustare la buonissima e preziosa cucina locale, così particolare e così amata, i giochi sono fatti.

Con l’estate alle porte siamo convinti che sempre più turisti sceglieranno le meravigliose spiagge e le bellissime cale che abbiamo suggerito per passare delle vacanze indimenticabili all’insegna della bellezza del paesaggio, del mare pulito e della spiaggia ancora incontaminata. Un vero e proprio sogno che qui si può ancora realizzare.

Lascia un commento