Sacile, una città rinascimentale

Sacile è una delle più belle cittadine del Friuli, spesso definita, grazie all’atmosfera veneziana che si respira in molti angoli della città, il “Giardino della Serenissima”. La sua storia, la sua cultura e il suo  nome sono legati a un fiume: il Livenza.

Passeggiando tra le sue viuzze ci si perde tra bellissime architetture cinquecentesche e imperdibili opere monumentali tra cui: il Duomo di San Nicolò, patrono della città; la Chiesetta della Madonna della Pietà;  e Piazza del Popolo su cui si affacciano bellissimi edifici che all’imbrunire, in un gioco di luci e ombre, assumono un fascino inaspettato e regalano emozioni insolite.

Città rinascimentale per eccellenza, Sacile sorprende per i suoi palazzi cinquecenteschi quali la Loggia Comunale o il Palazzo Ragazzoni Flangini Billia e le case rinascimentali e barocche che impreziosiscono la cittadina, in cui è bello perdersi tra  ponticelli e viuzze dalle quali si scoprono incantevoli scorci da incorniciare.

Foto CC-BY-SA di Dani

Ogni anno ad Agosto la cittadina si anima in ocasione della tradizionale Sagra degli Osei, tra le più vecchie sagre d’Italia, che unisce una mostra-mercato di uccelli, esibizioni e gare di canto di numerossimi esemplari.

 

One thought on “Sacile, una città rinascimentale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *