I Sassi di Matera (Unesco)

L’Unesco nel corso degli anni ha individuato ben 47 siti italiani meritevoli di essere insigniti del prestigioso riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Tra questi ci sono, per esempio, i centri storici delle più belle città italiane, come Roma, Napoli e Firenze, diversi monumenti rilevanti a livello artistico ed architettonico, come Villa d’Este e la Reggia di Caserta, ma anche ritrovamenti archeologici importantissimi per la storia umana, come la Necropoli di Tarquinia.

Nella lista dei Patrimoni dell’Umanità che si trovano su suolo italiano uno dei più particolari e caratteristici è senza dubbio il Centro Storico di Matera, in Basilicata. I cosiddetti “Sassi” di Matera sono stati insigniti del riconoscimento dell’Unesco nel 1993 e sono divenuti una delle mete preferite, prescelti anche da un gran numero di stranieri che trascorrono le vacanze in Italia.

Immaginate una città scavata nella roccia calcarenitica (tufo), con labirinti che collegano le grotte. Immaginate un paesaggio irreale, che lascia senza fiato. Immaginate di poterci vivere. A Matera si può. I Sassi di Matera sono un luogo che attira milioni di turisti per la sua particolarità e bellezza.

I Sassi di Matera rappresentano l’esempio di come l’uomo abbia saputo negli anni integrarsi alla natura senza tuttavia arrecarle danno. Una delle peculiarità che contraddistingue i “Sassi” di Matera, infatti, è l’uso razionale ed ecologico delle risorse all’epoca a disposizione. I “Sassi” sono un perfetto esempio di insediamento umano in cui la ricerca del rapporto armonioso dell’uomo con l’ambiente naturale circostante fu il principio perseguito durante l’edificazione urbana.

Con i loro stretti e caratteristici vicoli, le chiese e le abitazioni, i Sassi di Matera raccontano di diverse epoche storiche e sono l’unica testimonianza rimasta di una antica civiltà scomparsa, riconducibile alle popolazioni che vissero in questa regione all’interno di abitazioni sotterranee scavate nella roccia. Matera, infatti, è anche conosciuta come la “città di pietra” perché il suo Centro Storico, abitato quasi ininterrottamente dall’epoca preistorica, è stato letteralmente scavato nella roccia.

I “Sassi” sono considerati essere uno degli esempi più affascinanti di “paesaggio culturale”, dove natura, storia, arte e cultura si intersecano inesorabilmente, eliminando ogni possibilità di separazione teorica e pratica dei suddetti campi. A queste antiche popolazioni è anche riconducibile l’edificazione di caratteristiche Chiese Rupestri, luoghi di culto scavati nel tufo e risalenti all’Alto Medioevo, tuttora presenti nel Centro Storico della cittadina della Basilicata. Cripte sotterranee, eremi, basiliche e cenobi si nascondono tra i caratteristici vicoli di Matera.

Imperdibile è la Cattedrale di Matera, eretta nel XII secolo. La facciata esterna della chiesa è stata realizzata in stile romanico pugliese, mentre l’interno è un bellissimo esempio di arte barocca. All’interno della Cattedrale potrete ammirare numerosi altri capolavori d’arte, tra cui  il sarcofago contenente le spoglie di San Giovanni a Matera e il rinomato presepe in pietra realizzato da Altobello Persio nel 1534.

Imperdibili anche le ricche aree naturali e i lussureggianti parchi di Matera, incantevole connubio tra arte e storia, in quanto non solo proteggono rare specie faunistiche e floristiche, ma custodiscono anche reperti di grande valore storico e culturale.
Infine, non possiamo non soffermarci sui luoghi cinematografici di Matera, divenuta set di diversi importanti film a partire dagli anni Cinquanta. Pier Paolo Pasolini fu tra i primi a scoprire le enormi potenzialità cinematografiche di Matera; nel 1964, infatti, girò il Vangelo secondo Matteo. Tra gli ultimi film di successo girati a Matera, certamente tutti ricorderemo La Passione di Cristo, toccante film girato nel 2004 da Mel Gibson.

Come arrivare a Matera?

In Auto

Dalla costa tirrenica: Immettersi nell’autostrada Salerno – Reggio Calabria. Seguire le indicazioni per Potenza. Quindi proseguire per Metaponto lungo la SS 407 “Basentana” fino alle indicazioni Matera nei pressi di Ferrandina Scalo.

Dalla costa adriatica: Percorrere l’autostrada Bologna-Taranto fino all’uscita Bari Nord. Proseguire per la zona industriale, per Altamura-Matera, cioè le SS 96 e poi la SS 99, di prossimo ammodernamento.

Da Calabria e Sicilia: Autostrada Reggio Calabria-Salerno. Uscire a Sibari e percorrere la SS 106 Jonica per Taranto. Prendere l’uscita Matera, nei pressi di Metaponto.

Dal Salento: La strada più comoda prevede di superare Taranto, e percorrere la SS 106 Jonica fino all’uscita Matera nei pressi di Metaponto.

In Aereo L’aeroporto più vicino è Bari Palese distante appena 60 Km circa.
Bari Palese è collegato oltre che con le maggiori città italiane quali Milano, Roma, Verona, Torino, Venezia, Trapani, Bergamo, Bologna anche con destinazioni internazionali quali Londra (Stanstead e Gatwick), Parigi, Barcellona, Bruxelles, Colonia, Bucarest, Tirana, Stoccarda, Monaco, Timisoara.
Le compagnie interessate sono tra le altre Alitalia, British Airways, Lufthansa, MyAir, Ryan Air, Hapag Lloyd, AirOne, Club Air.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *