Cosa visitare a Pavia la città delle cento torri

Pavia è una bellissima città della Lombardia, capoluogo di provincia, situata sulla riva del fiume Ticino a circa 35 Km da Milano.

Un tempo era chiamata “centium turrium” per la presenza di ben 100 torri con i loro caratteristici orologi, che le conferivano un aspetto regale e suggestivo. Oggi, purtroppo, è possibile ammirare solo quelle rimaste in Piazza Leonardo da Vinci, le due di Via Luigi Porta e quella di Piazza Borromeo, con la loro caratteristica snellezza, che si innalzano fino a 53 metri.

Le torri di Pavia erano il segno della potenza e della ricchezza delle famiglie nobili, che ne facevano erigere una ogni volta che nasceva il figlio maschio di una nuova generazione. Più alta era la torre e maggiore era il prestigio della famiglia che l’aveva fatta costruire.

Pavia in ogni caso è ricca di monumenti e di bellezze architettoniche da visitare, prima fra tutte, la famosa Certosa, situata a circa 8 km dalla città, fondata nel 1396, e considerata come uno dei monumenti più importanti del Rinascimento.

Certosa di Pavia
Certosa di Pavia – foto Ugo franchini Own work, CC BY-SA 3.0

La Certosa di Pavia fu eretta  come sacello funebre della famiglia, per volere di Gian Galeazzo Visconti, che chiamò i più noti architetti e artisti dell’epoca. Si tratta di uno splendido complesso di edifici e giardini che comprendono il monastero, ultimato nel 1452, i chiostri, e la chiesa terminata nel 1473, di cui successivamente fu eretta la facciata ad opera dell’Amadeo e dei suoi compagni, che entro il 1498 realizzarono le sculture fino al primo cornicione ” facendo historie con figure”, e poi sotto la direzione dello scultore Cristoforo Mantegazza.

A Pavia poi, è da ammirare la bellissima Basilica di San Michele Maggiore, completata nel 1155, un capolavoro in stile stile romanico lombardo, con al suo interno numerose testimonianze del periodo in cui Pavia era la capitale del regno italico. Qui tra l’altro furono ospitate nei secoli fastose cerimonie ed incoronazioni; tra le quali ricordiamo l’incoronazione di Federico I Barbarossa, avvenuta nel 1155.

Molto importante è anche il Duomo di Pavia iniziato a costruire nel 1488  e terminato nel 1898. Una imponente costruzione con pianta a croce greca con tre navate affiancate da cappelle semicircolari, cui contribuirono, per la sua progettazione, anche il Bramante  e Leonardo da Vinci in visita a Pavia durante le prime fasi dei lavori.
Si ricorda inoltre che la grandiosa cupola centrale a pianta ottagonale, con un’altezza di 97 metri, ed un peso di circa 20 mila tonnellate, è la quarta in Italia per dimensioni.

Tra i monumenti più importanti della città segnaliamo anche la Chiesa di San Pietro in Ciel d’Oro una chiesa romanica risalente all’epoca longobarda, che la tradizione vuole sia stata fondata dal re longobardo Liutprando per ospitare le spoglie di Sant’Agostino, comprate in Sardegna da pirati saraceni. Il nome della basilica deriva dal fatto che le volte  erano affrescate di blu e ricoperte di stelle in foglia d’oro. Al suo interno si trova l’Arca di Sant’Agostino, un capolavoro marmoreo del Trecento  scolpito dai maestri comacini, che comprende più di 150 statue raffiguranti angeli, santi, vescovi e da formelle con la vita del santo.

l Ponte Coperto di Pavia sul Ticino di sera, con sullo sfondo il Duomo di Pavia
l Ponte Coperto di Pavia sul Ticino di sera, con sullo sfondo il Duomo di Pavia – foto di Sammytd – Own work, CC BY-SA 3.0

Da vedere inoltre  il caratteristico Ponte Coperto sul fiume Ticino, che collega il centro storico cittadino con la zona che originariamente si trovava fuori dalle mura periferiche della città, detta Borgo Ticino.

Quello attuale comunque, ultimato nel 1949, è una ricostruzione dell’antico Ponte Coperto risalente al XIV secolo.

Il Castello di Pavia, costruito nel 1360 da Galeazzo II Visconti, con al suo interno la Pinacoteca Civica Malaspina, e con un parco che si estendeva originariamente per una decina di chilometri, fino alla Certosa di Pavia.

via: http://www.ilcomuneinforma.it/viaggi/11732/pavia-che-meraviglia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *